costellazioni familiari e psicogenealogia

scienza e spiritualità

scienza e spiritualità e costellazioni sistemiche

Mi capita che qualcuno dica, come a volersi differenziare da ciò che faccio: io sono molto razionale!!! 

Ho un approccio scientifico!

E io dico fantastico!!! 

Perchè scienza e spiritualità, filosofia, psicologia, pedagogia… stanno andando nella stessa direzione, anzi direi che stanno convergendo verso un unico sapere. 

Non ho mai capito perchè c’è una sorta di faida tra materie “umanistiche” e “scientifiche”. 

Io non riesco a vedere scienza e spiritualità come antitetiche, mi sembrano uguali contributi alla conoscenza e alla scoperta di sè e del mondo.  

Gli scienziati più importanti hanno INTUITO le loro scoperte e poi hanno portato la ragione a comprendere l’intuizione.

Per esempio Einstein diceva 

…La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele servo. 

Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il dono.

La scienza utilizza diversi metodi: sperimentali, induttivi e deduttivi.

La psicogenealogia fenomenologica (nome scientifico delle costellazioni familiari) utilizza un metodo intuitivo e fenomenologico. 

Entrambe appartengono alla categoria della continua ricerca della sapienza.

Mentre Hellinger sperimentava la tecnica delle costellazioni familiari, e Anne Shutzemberger inventava il genosociogramma e teorizzava la sindrome da anniversario, Sheldrake scopriva i campi di risonanza morfica, i fisici quantistici scoprivano il fenomeno dell’entanglement, Durac scriveva la sua famosa equazione sui sistemi e dove teorizza l’antimateria. 

Quindi mischiamo un po’ le carte… parliamo di ferite dell’anima e parliamo anche di scienza e di matematica!