gli archetipi femminili e maschili

EFESTO

EFESTO
Dio della fucina, artigiano, inventore, solitario. 
Viene rappresentato come un uomo possente, ma zoppo. 
Efesto è infelice, introverso, non accettato in famiglia, sfortunato in amore, ma un genio creativo e unico dio che lavora. 
Fu scaraventato giù dall’Olimpo È l’archetipo del bambino rifiutato dal padre Zeus. 
Il fuoco sotterraneo è una metafora per i sentimenti appassionati che restano chiusi nel corpo finché non trovano espressione. I sentimenti vivono sotto la superficie in chi è profondamente introverso e possono erompere all’improvviso inaspettatamente come un vulcano. 
Il suo archetipo fa vedere come il duro lavoro è un mezzo per superare le ferite dell’infanzia. 
Il modo per coltivare quest’archetipo è concedersi tempo per isolarsi dagli altri e lasciarsi assorbire dall’attività manuale. 
Il lavoro è la parte più importante per quest’uomo.  
Molti uomini che hanno una vera passione per il proprio lavoro portano quest’archetipo nella vita con profondità e significato. 
Il rapporto con le donne le donne sono molto importanti e hanno quasi un potere di vita e di morte su di lui, sono fonte d’ispirazione creativa e possono essere donne di potere: una madre, un’ insegnante….
Di solito l’uomo Efesto può unirsi a una donna Afrodite oppure una donna Atena, perché ha una grande ammirazione per le donne intelligenti e belle. L’incontro potrà diventare uno degli eventi più importanti della vita di questo archetipo. 
In amore è fedele e dalla compagnia si aspetta altrettanto ma purtroppo spesso scopre che la donna della sua vita lo ha tradito, proprio con Afrodite tradì Efesto con Ares.
Con gli uomini non è tipo di persona che fa parte di un gruppo. il cameratismo maschile non fa per lui, di solito si sente escluso con gli altri uomini.  È spesso in difficoltà con l’autorità derivata dal primo rifiuto del padre. 
La difficoltà più grande è la rabbia che cova in molti uomini Efesto, che fin dall’adolescenza si rendono conto che non saranno mai nessuno,  com’è successo al dio che viene buttato giù dall’Olimpo simbolo del potere.
Comunicare con questo uomo può essere problematico, perchè non parla dei propri sentimenti o delle proprie intenzioni. 
Se Efesto coltiva anche altri archetipi può essere un buon compagno, un buon padre e un grande lavoratore.